A new world a comin: in viaggio con Ellington (Piece per pianista, attore e sassofonista)

Quarenghicinquanta
A NEW WORLD A COMIN: IN VIAGGIO CON ELLINGTON (Piece per pianista, attore e sassofonista)


» Lunedì 1 Maggio 2017 alle ore 18:00 «

Oreste Castagna, attore
Gabriele Comeglio, sax alto
Claudio Angeleri, pianoforte
Mario Bertasa, ricerca ed adattamento testuale
Musica di Edward "Duke" Ellington
Con la consulenza di Giuseppe Barazzetta


In galleria Quarenghicinquanta
via Quarenghi 50 – Bergamo – cortile interno

- ingresso libero -


A NEW WORLD A COMIN: IN VIAGGIO CON ELLINGTON (Piece per pianista, attore e sassofonista)

La storia

11 dicembre 1943, Duke Ellington è in viaggio con Harry Carney, sassofonista baritono della sua orchestra e fido autista nei lunghi tours negli States.
A New York è in programma la prima di una sua ambiziosa composizione, New World a comin dal titolo di un libro di successo di quel periodo.
La suite è un po' una scommessa per il Duca. Si tratta di un concerto per pianoforte e orchestra particolarmente impegnativo con finalità descrittive, come spesso avviene nelle opere di Ellington.
Sia nella suite che tra la gente si respira un'aria nuova. La voglia di pace e di serenità riempie i cuori e i pensieri, e il Natale, ormai vicino, accompagna il desiderio di una nuova rinascita al termine della guerra.
Il popolo nero attende fiducioso che l'America ricambi il tributo versato in battaglia in Europa contro il razzismo di Hitler. Eppure nelle grandi città le cose non sembrano dare segnali incoraggianti. Il calo delle commesse militari incomincia a farsi sentire con un'inevitabile riflesso negativo sull'occupazione dei neri.
Sul versante musicale il bebop è ormai la musica del momento e si pone in netta antitesi alle melodie e ai ritmi delle orchestre bianche di swing.
Ciononostante Ellington continua per la sua strada, ascoltando e apprezzando i fraseggi vertiginosi di Bird e Diz, ma preferendo il suo estro creativo che lo ha portato ad essere il musicista apprezzato e considerato da tutti, neri e bianchi, senza differenze o discriminazioni.
Durante il viaggio Ellington e Carney ripercorrono le varie fasi di elaborazione della nuova suite.
Si tratta, come sempre, di idee musicali buttate giù per strada su un menu da ristorante o sui margini bianchi di un quotidiano sgualcito per essere mandate a memoria dall'orchestra subito dopo durante le prove. Il Duca ogni tanto canticchia i diversi motivi della suite descrivendo una storia, un amico, un desiderio irrealizzato.
Esattamente come vuole che faccia la sua musica: raccontare e descrivere.
L'automobile è ormai nelle vicinanze di New York, tra poco il Duca varcherà la soglia della Carnegie Hall, siederà al pianoforte, e con un breve cenno, come per magia, l'orchestra attaccherà le note della nuova suite. A new world a comin. Un nuovo mondo sta per arrivare.

 

Ingresso libero


QUARENGHICINQUANTA Spazio Fotografia
Via G. Quarenghi, 50
Bergamo


www.quarenghicinquanta.org

Nessun commento ancora

Lascia un commento